EMERGENZA LA QUDS

EMERGENZA LA QUDS

PROGETTO III

RESTAURO DELLE CASE NELLA CITTA´ VECCHIA

Le case d’epoca hanno un fascino particolare che non passa mai di moda e, se ristrutturate, permettono di mantenere nel tempo la loro storia.

Purtroppo, non è un previlegio che Gerusalemme può vantare per colpa della politica israeliana nella città.

  I colonizzatori impongono leggi e misure di cui accenniamo:

  • La confisca dei terreni: Le autorità israeliane hanno utilizzato le leggi sulla confisca delle terre al fine di stabilire insediamenti su di esse sequestrando le terre palestinesi.
  • Codici e regolamenti edilizi: Ridurre la crescita urbana e controllarne la crescita tramite la chiusura delle aree della Città Vecchia dichiarando aree verdi in cui è vietata la costruzione. Molti ostacoli sono stati posti sulla via dei permessi di costruzione e costi elevati per ottenerli, oltre al tempo necessario per il loro rilascio, che ha spinto i residenti a costruire case senza permesso o a migrare verso aree confinanti con la città di Gerusalemme.

Inoltre, ai palestinesi è vietato restaurare o rinnovare le loro case in modo che crollino da sole. Quando una casa palestinese crolla nella città vecchia, diventa automaticamente proprietà israeliana.

Il PROGETTO HA COME SCOPO:[1]

  • RISTRUTTURARE LE CASE DELLA CITTA’ VECCHIA DI GERUSALEMME.
  • CONSERVAZIONE DEGLI EDIFICI STORICI E ARCHEOLOGICI DALLE DEMOLIZIONI.
  • AIUTARE LE FAMIGLIE POVERE CHE RISIEDONO IN ESSE.
  • AIUTARE I RIVENDITORI DI MATERIALI PER L’EDILIZIA E LA MANUTENZIONE PER PROMUOVERE L’ECONOMIA DELLA CITTA’.

[1] QUESTO PROGETTO RIENTRA NEL 11° OBIETTIVO DELLE NAZIONI UNITE (ONU):

«CITTÀ” E COMUNITA’ SOSTENIBILI»

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *